Piattaforme Regionali per gli Enti Locali

IDENTITÀ DIGITALE, PAGAMENTI ON LINE, OPEN DATA, sono tra i servizi individuati come prioritari per le pubbliche amministrazioni come previsto nel Piano Triennale per l'informatica nella Pubblica Amministrazione redatto da Agid in collaborazione con il Commissario per l'attuazione dell'Agenda Digitale Italiana.

La Regione Umbria, con il supporto di Umbria Digitale, a tal proposito sulla base degli accordi di servizio stipulati con gli Enti locali, o da stipulare nel caso in cui un Ente intenda aderire, ha predisposto le seguenti piattaforme regionali per l’attivazione dei servizi digitali:

PagoUMBRIA         >       pagamenti elettronici attraverso PagoPA,

LoginUMBRIA        >       accesso a SPID per l'identità digitale,

dati.umbria.it         >      pubblicazione degli open data degli Enti dell'Umbria.

In un’ottica di semplificazione, trasparenza, digitalizzazione e innovazione, la Regione ha attivato queste piattaforme che ampliano l’offerta di servizi digitali a cittadini e imprese del territorio in modo da offrire:

  • l’erogazione di servizi digitali con modalità innovative, consentendo nuove forme di pagamento e di accesso ai sistemi della PA nel rispetto della normativa nazionale;
  • l’ottimizzazione dei processi interni delle amministrazioni pubbliche che rendono i servizi più semplici a cittadini ed imprese, come l’attivazione di portali tematici e l’apertura allo sviluppo di App per dispositivi mobili;
  • la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico tramite la raccolta, la catalogazione, la pubblicazione e il riutilizzo dei dati in formato aperto (open data) per lo sviluppo di servizi digitali a valore aggiunto come ad esempio quelli riguardanti la promozione turistica del territorio.

LoginUmbria / SPID

Per il Sistema Pubblico delle Identità Digitali (SPID) gli Enti devono implementare l’accesso a SPID in tutti i servizi digitali che richiedono autenticazione, sia quelli già esistenti che quelli di nuova attivazione, entro marzo 2018, integrando i propri servizi on-line con la piattaforma regionale per l’accesso a SPID denominata LoginUMBRIA laddove non abbiano provveduto direttamente con AGID

PagoUmbria / PagoPA

Per i pagamenti elettronici gli Enti devono inviare i piani di attivazione dei servizi entro dicembre 2017, provvedendo all’adesione alla piattaforma regionale PagoUMBRIA, in logica di sussidarietà, laddove non abbiano ancora individuato un intermediario tecnologico per la connessione dei propri servizi applicativi al Nodo Nazionale dei Pagamenti-SPC.

PagoPA è il sistema pubblico predisposto dall’Agenzia per l’Italia Digitale in attuazione dell’articolo 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale, per favorire i pagamenti elettronici verso le pubbliche amministrazioni da parte di cittadini e imprese.

Tale sistema si basa su una infrastruttura tecnologica denominata Nodo dei Pagamenti-SPC, che consente di effettuare i pagamenti con i vari prestatori di servizi di pagamento abilitati presso l’Agenzia (Banche, Istituti di pagamento, Istituti di Moneta Elettronica, Poste Italiane), che ne gestisce e cura i rapporti. Elenco dei Prestatori di Servizio che hanno aderito al Sistema dei Pagamenti

Le pubbliche amministrazioni sono obbligate ad accettare, tramite il Nodo dei Pagamenti-SPC, i pagamenti spettanti a qualsiasi titolo attraverso sistemi di pagamento elettronico, aderendo al sistema PagoPA in modalità diretta ovvero in modalità indiretta servendosi di un soggetto pubblico come Intermediario Tecnologico o di un soggetto privato come Partner Tecnologico. La Regione Umbria, nell’ambito dei servizi infrastrutturali abilitanti di cui all’art. 10 della L.R.8/2011, ha realizzato una piattaforma denominata PagoUMBRIA per consentire agli Enti territoriali l’interconnessione al Nodo dei Pagamenti-SPC sulla base di specifici Accordi di Servizio per l’adesione. La Regione Umbria cura le attività relative all’intermediazione tecnologica in collaborazione con la propria società in-house Umbria Digitale S.c.a.r.l., individuata come Referente dei Pagamenti per tutti gli Enti aderenti, che si occupa di interfacciarsi con l'Agenzia per l'Italia Digitale e di mettere in produzione la singola amministrazione sul sistema pagoPA.

Sono a carico del singolo Ente le eventuali attività di adeguamento dei propri applicativi gestionali per l’integrazione con la piattaforma regionale PagoUMBRIA.

DatiUmbria / OpenData

Il Repertorio regionale dei dati pubblici aperti dell'Umbria, dati.umbria.it,  è un catalogo che permette la ricerca, la consultazione e il download  di Open Data. È stato realizzato nell’ambito del Programma trasversale #opendata per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico e la diffusione/riutilizzo degli Open Data, adottato con DGR 875 del 14/7/2014

Il catalogo ed i servizi ad esso collegati sono a disposizione di i tutti i soggetti interessati ad utilizzare i dati: operatori pubblici, privati o commerciali, ricercatori, analisti, organizzazioni della società civile, media, etc.. 

L’analisi, catalogazione e pubblicazione dei dati è un processo continuo e costante che si sviluppa in collaborazione con tutte le realtà del territorio, ai sensi dell'art.15 della l.r. n.8/2011. 

1. I soggetti di cui all'articolo 11, comma 1 (Regione, Consiglio regionale, Aziende sanitarie, Enti del servizio sanitario regionale, Enti locali e loro Consorzi e Associazioni, Agenzie ed altri organismi dipendenti o strumentali degli enti locali, Concessionari di servizi pubblici regionali e locali e soggetti privati, limitatamente allo svolgimento di attività di pubblico interesse nelle materie di competenza regionalefavoriscono la diffusione ed il riutilizzo dei propri documenti e dati pubblici, ovvero conoscibili da chiunque, ai sensi dell' articolo 1, comma 1, lettera n) del d.lgs. 82/2005 e nel rispetto di quanto stabilito nel decreto legislativo 24 gennaio 2006, n. 36 (Attuazione della direttiva 2003/98/CE relativa al riutilizzo di documenti nel settore pubblico).

2. Per dare massima diffusione ai dati pubblici la Regione e i soggetti di cui all' articolo 11, comma 1, catalogano tutti i dati pubblici di cui sono titolari, pianificano la loro pubblicazione implementando nei propri siti istituzionali una apposita sezione "open data" dedicata ai propri documenti e dati pubblici ed aperti resi disponibili senza necessità di autenticazione a cittadini e imprese, utilizzando formati aperti e che consentano l'elaborazione automatica da parte di sistemi informatici .

2-bis. La Regione promuove intese ed accordi con i soggetti di cui all' articolo 11, comma 2 , per il perseguimento degli stessi scopi di cui al comma 1 e realizza nel proprio sito istituzionale un repertorio regionale dei documenti e dati pubblici ed aperti resi disponibili senza necessità di autenticazione a cittadini e imprese da parte di tutte le pubbliche amministrazioni del territorio per mezzo dei rispettivi siti istituzionali.