Ecosistema Digitale Regionale

L'Ecosistema Digitale Regionale è un’infrastruttura tecnologica in grado di mettere a disposizione funzionalità e servizi dei sistemi informativi regionali (e di altre PA) affinché possano essere utilizzati da altri soggetti per la creazione e lo sviluppo di applicazioni.

Come accedere all'Ecosistema Digitale della Regione Umbria:

I servizi vengono esposti pubblicamente come API (Application Programming Interface - interfaccia di programmazione di un’applicazione, vale a dire, come un insieme di funzionalità rese disponibili ad un programmatore).

Le API sono la base per la comunicazione fra tutti i sistemi informatici. L’invio di messaggi, email, pagamenti elettronici, e più in generale, lo scambio di dati e di informazioni fra le aziende avvengono in gran parte tramite l’utilizzo di API. Le API dell’ECOSISTEMA vengono esposte grazie alla componente dell’ecosistema denominata API store.

L’Ecosistema è costituito da 3 componenti:


API store - che espone le API rendendole pubbliche;
API manager - che gestisce le API ed il loro ciclo;
Enterprise Integrator - componente software adatta a supportare l’uso di servizi Web per garantire l’interoperabilità tra diversi sistemi.

Fornisce servizi di coordinamento, sicurezza, instradamento intelligente, agendo come una dorsale attraverso la quale viaggiano servizi software e componenti applicativi.

 

Con le API è possibile:

Arricchire le proprie applicazioni con i contenuti messi a disposizione dall’API store;
ridurre tempi e costi di sviluppo di nuove applicazioni;
veicolare i propri contenuti anche tramite applicazioni realizzate da altri soggetti;
rendere visibili i propri contenuti in modo che possano essere richiesti da altri soggetti interessati a sviluppare nuove applicazioni integrate.

Come accedere a tutte le API messe a disposizione dalla Regione Umbria:

Tutte le API e la relativa documentazione si possono trovare all’indirizzo dell’API store predisposto dalla Regione Umbria:

Il servizio è completamente gratuito. Chiunque può avvalersi delle API sia soggetti pubblici (es. Enti locali, Università, Enti pubblici, ecc.) sia soggetti privati (es. Aziende).

L’Ecosistema mette a disposizione API pubbliche e API private. Le API pubbliche possono essere utilizzate liberamente, mentre le API private prevedono la sottoscrizione di un accordo di servizio da parte dell’utilizzatore.

Sviluppi e potenzialità

L’Ecosistema è la piattaforma per l’interoperabilità tra i sistemi della Pubblica Amministrazione. A livello nazionale infatti, l’Agenda digitale italiana pone fortissime aspettative sulle potenzialità delle API nella trasformazione digitale del paese. Secondo le Linee guida AGID (l’AGenzia per l’Italia Digitale) per transitare al nuovo modello di interoperabilità, tutte le amministrazioni dovranno aderire agli standard tecnologici e ai profili di interoperabilità che consentiranno di definire ed esporre Application Programming Interface (API) conformi.

Il nuovo piano triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione, tra gli obiettivi strategici del modello di interoperabilità promuove l’adozione dell’approccio API first al fine di favorire la separazione dei livelli di back end e front end, con logiche aperte e standard pubblici che garantiscano ad altri attori pubblici e privati accessibilità e massima interoperabilità di dati e servizi”.

Contribuire all'Ecosistema

Per ampliare i servizi offerti dall'Ecosistema presto verrà data la possibilità alle Aziende private e ad altri enti pubblici di pubblicare le proprie API.

 

Scarica la scheda di approfondimento tecnico dell'architettura dell'Ecosistema Digitale Regionale